Università degli Studi di Firenze
Facoltà di Architettura
Firenze, Italy
Address
Università degli Studi di Firenze
Facoltà di Architettura
Via della Mattonaia, 14
50121 Firenze (FI)
Italy

N 43° 46' 20.35'', E 43° 46' 20.35''

http://www.unifi.it/mdswitch.html
Contact
Saverio Mecca

e: presidenza@arch.unifi.it
t: 0039 055 2055355
f: 0039 055 2055338
Representative
Professor Saverio Mecca
Dean of School
Degree programmes
Magistral Degree Course:
Bachelor of Science:
Master of Science:
Faculty profile

The University of Florence counts about 60,000 students, with almost 5% of them coming from foreign countries. Teaching staff and researchers number about 2000 and members of the administrative staff are almost 1,600. With its 12 faculties (Agriculture, Architecture, Economics, Pharmacy, Law, Engineering, Arts, Medicine and Surgery, Psychology, Education, Mathematical, Physical and Natural Sciences, Political Sciences) the University of Florence offers 66 first cycle degree courses, 66 second cycle degree courses and 7 single-cycle degrees (Lauree magistrali a ciclo unico ). Faculties are located in the historical centre of Florence and in various “Poli ” (decentralized structures) all over the town, in its suburbs with the “campus” of Sesto Fiorentino, a broad settlement of classrooms and research structures in the field of science and technology and in other cities of Tuscany, held in Calenzano, Pistoia, Empoli, Scandicci and Prato. 

The University of Florence can trace its origins to the Studium Generale, which was established by the Florentine Republic in 1321. Initially, Civil and Canon Law, Literature, and Medicine were among the subjects taught at the Studium, and various famous scholars were invited to teach there: Giovanni Bocaccio was asked to lecture on the Divine Comedy.

219 staff members (168 full-time and approx. 51 visiting lecturers and critics).

Facilities

51
Architectural Model Lab
Cafeteria
Cartographic and Arch. Info. Lab
Conference auditorium
Copycenter
Energy Lab
Environmental Performance Lab
Exhibition Room
Language Laboratory
Laser Scanning Lab
Lecture Room
Library
Materials Lab
Printing facilities
Publishing department "Florence University Press"
Sports facilities
Structures Lab
Wood-analysis

Accommodation

Please contact the "Centro di cultura per Stranieri" - cecustraunifi.it (A room is going to cost around 400-500 Euro a month)

Admission Requirements

Admission test of Italian language is held in September, 5.

http://www.unifi.it/upload/sub/studenti/enrollment_1112.pdf

Tuition fees

Please contact university for further information.

Application Deadline

20 December 2012 for Academic Year 2012-13

Magistral Degree Course, Magistral Degree Course [Architecture], 10 terms, Magistral, 300,
Bachelor of Science, Bachelor of Science, 6 terms, Bachelor, 180,

– Architecture

– Landscape Architecture

– Industrial Design


Master of Science, Master of Science , 4 terms, Master, 120,

– Landscape Architecture

– Landscape Architecture

– Design

– Planning and Urban Development


Starting from the 2001-2002 academic year, the Italian University system, in keeping with the “Bologna Declaration” ofJune 19, 1999, comprises two Laurea  programmes (a first-level, three-years programme leading to a Laurea  followed by a second-level, two-years programme leading to a Laurea magistrale ) plus a third-level programme awarding the title of Dottore di Ricerca . There are also single-cycle degree courses (Lauree magistrali a ciclo unico ) in Architecture, Medicine and Surgery, Odontology, Pharmaceutical Chemistry and Technology, Pharmacy and Law. Degree courses may be supplemented by continuing education programmes aimed at both students and professionals (such as Masters and specialization courses). Another novelty is the introduction of a credit system which defines the workload required to the students to achieve the different educational goals.

L’impostazione generale del corso di studi fa si che lo studente maturi progressivamente competenze e capacità di comprensione tali da permettergli di includere nel proprio bagaglio di conoscenze sia i contenuti di base delle discipline, sia quelli derivanti dalle tematiche di più recente sviluppo. In particolare i laureati in Scienze dell’Architettura devono dimostrare di possedere: competenze adeguate necessarie all’ideazione, alla giustificazione ed alla risoluzione di problemi progettuali e tecnici non complessi nel campo dell’architettura, dell’edilizia e dell’urbanistica e della conservazione del patrimonio architettonico, la capacità di integrare la conoscenza in relazione alle modalità con cui il contesto culturale e la storia dell’architettura, l’economia e la società, la fisica della costruzione e la modellazione logico-matematica, la tecnologia e l’ambiente, la rappresentazione e la comunicazione, informano la progettazione architettonica, edilizia e urbana, la capacità di comprendere la compatibilità del progetto rispetto al sito, al contesto socioeconomico, alla sostenibilità ambientale, all’esigenza di conformità ai requisiti di salute, benessere e sicurezza, inclusi i bisogni dei disabili, dei bambini e degli anziani e ai codici regolamentari, alla relazione esistente tra la pratica dell’architettura e la specificità del contesto culturale in cui si opera.

L’attività di ricerca del Dottorato è incentrata sul rinnovamento concettuale e operativo del sapere progettuale dell’urbanistica, della pianificazione territoriale e del paesaggio in tutte le loro implicazioni teoriche, metodologiche,storiche, culturali, tecniche. Negli ultimi anni ricerca teorica e sperimentazione stanno attraversando un periodo di significative innovazioni connesse alla trasformazioni della città, del territorio e del paesaggio

caratterizzati dai seguenti tratti:

– il persistere delle problematiche ambientali e della sostenibilità dello sviluppo, che vanno modificando obiettivi,strumenti normativi e criteri di valutazione nel governo dell’uso e della trasformazione dei territori, soprattutto nell’ambito del recupero urbano e ambientale degli spazi aperti e dei paesaggi;

– l’affermarsi del paradigma della sostenibilità nel lessico urbanistico e paesaggistico, che va sollecitando e interrogando una molteplicità di saperi disciplinari, inducendone un continuo aggiornamento;

– il manifestarsi di processi di decentramento istituzionale e di regionalizzazione dello sviluppo, che implicano uno sviluppo di specifiche competenze nelle gestione del territorio con nuove procedure di concertazione e partecipazione;

– il cambiamento dei ruoli attribuiti alla città, al territorio e al paesaggio nei processi di valorizzazione economica e culturale, porta progettazione e pianificazione alla necessità di innovare ed estendere gli strumenti d’interpretazione e d’intervento.

Il triennio di attività del Dottorato è finalizzato all’alta qualificazione della ricerca del dottorando, necessaria al potenziamento delle competenze nell’edificazione di città, territori, paesaggi. Fra gli esiti si prefigura la formazione di architetti paesaggisti e urbanisti, particolarmente capaci di interpretare e sperimentare nelle varie realtà locali la progettazione e la pianificazione della riqualificazione degli spazi pubblici, delle trasformazioni urbane, del recupero delle aree degradate, delle aree protette, della trasformazione e gestione dei territori a scala sovra comunale.